Honeysuckle e Wild Rose: due fiori stretti in un abbraccio

Mimulus: io sono te
19 Luglio 2019
Heather e la storia del dito rotto
4 Agosto 2019

Lui colleziona di TUTTO e non butta via NIENTE.
Il mio caro amico T si diletta a fare mercati di ANTIQUARIATO. Compra e vende. Quasi un paradosso. Anzi un paradosso vero e proprio!
Le sue case straboccano di oggetti vecchi, antichi, nuovi, bizzarri e molto molto speciali! Adoro andarlo a trovare alla sua bancarella, spesso affollata di persone particolari, esattamente come gli oggetti che vende. E come lui.
Antiquum ha radice latina ‘ante’ che significa ‘prima’. Tutto ciò che è prima è per definizione “passato”. Ciò che è passato non esiste più. Non fa una piega.
Solo che a volte facciamo finta che esista e ci crediamo!

Il passato…tempo (forse) di grande gioia!

HONEYSUCKLE, fiore di Bach catalogato nel gruppo di essenze per “chi non ha sufficiente interesse nelle circostanze attuali” (oddio! mentre scrivo mi sale un’intuizione inspiegabile ma chiarificatrice, una luce improvvisa su tante cose!). Le parole di Bach: “per coloro che vivono molto nel passato, tempo forse di grande gioia, o nel ricordo di un amico perduto, o di ambizioni mai realizzate. Non si aspettano una felicità simile a quella già vissuta”.


HONEYSUCKLE: (Lonicera Caprifolium):
malinconia, nostalgia, idealizzazione del passato
vs
superamento dell’attaccamento al passato, amore per il presente, gioia di vivere

L’amore non ha passato presente e futuro. E’amore e basta.

Per te, caro amico T:

Ed ecco come avviene idealmente l’abbraccio tra i due fiori:

riprendiamo da amore per il presente: la ricchezza che anche l’essenza Wild Rose ci porta. Questo fiore intanto, come Honeysuckle, fa parte del gruppo “per chi non ha sufficiente interesse nelle circostanze attuali”.
Le parole di Bach: “per coloro che senza una ragione apparentemente sufficiente si rassegnano a tutto ciò che accade e si lasciano scivolare attraverso la vita, prendendola così com’è, senza minimamente sforzarsi di migliorare le cose e trovare un pò di gioia. Si sono arresi alla lotta della vita senza lamentarsi.”

La frequenza di questo bellissimo fiore, la Rosa Canina, ci riporta dunque al nostro stato naturale di amore per il qui e ora, di entusiasmo per la vita, di gioia e motivazione.

Non mi dilungo. Sintesi massima. Chiarezza.


Ancora per te, caro amico T, e grande grande.
La foto l’ho fatta io qualche anno fa e ci sono molto affezionata! Ops……passato..ricordi…. nessuno ne è immune….ahahaha
Un occasione per riportare alla memoria che SIAMO SEMPRE TUTTI I FIORI!

Ti conosco molto bene, T, e da anni ormai e altrettanto bene vedo i tuoi spazi gioiosi, divertenti, allegri ed umoristici. Riesco a vedere quel bimbo che eri e che ancora ti porti dentro (giochiamo ai cow-boy?). Vedo il tuo desiderio di affrontare le sfide con coraggio, entusiasmo e incommensurabile ironia perché tu sai perfettamente che la vita non è da prendere sul serio (voglio anch’io una giacca con le frange!).
Leggerai queste mie parole e forse resterai un po’ perplesso o sorpreso.
E il messaggio che voglio inviarti forse ti arriverà. Tu non sei né il tuo passato né la tua apatia, ma sei qualcosa che va infinitamente al di là di queste CREDENZE. E anch’io.

E allora oggi ti dedico questi due fiori preziosi! Ti dispiace se li dedico anche a me?

Mille fiori a te!

PS: i tratti caratteriali descritti sono ovviamente e come sempre esasperati per spiegare meglio i concetti. Ognuno di noi ha caratteristiche più o meno fisse e stabili e di diversi livell; ed ognuno di noi è attraversato da stati mentali o emozionali transitori e passeggeri.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *