Vervain: il fiore della resa sublime del guerriero

Hornbeam: il fiore del “non ho voglia di”………scrivere l’articolo
28 Gennaio 2018
Fiori, amici e tramonti
9 Marzo 2018

Ed eccomi di fronte al fuoco del caminetto, la televisione delle mie serate in solitario. E la pagina bianca del blog di fronte a me che aspetta di essere riempita.
Voglio CONVINCERVI che i Fiori di Bach sono i rimedi migliori in assoluto! Che non esiste niente al mondo di così incredibilmente risolutivo. Dimenticate ogni altro rimedio! Questo è l’unico ed il migliore! Funziona su tutti! Questi fiori vi porteranno in paradiso! Vi salverò, vi porterò sulla buona strada e il bene trionferà sul male! Se farete una consulenza online con me, quella sarà la soluzione a tutti i vostri problemi! (Adoro la mia ironia! Nonché la mia modestia!). Ahahahahahahah!

Recentemente anche a Barbara, mia grande amica e maestra di vita, ho raccomandato di prenderlo: Vervain. Anche lei, come me, piena di ideali e anticonformista, antisociale nascosta, ai limiti dell’irresponsabilità, nomade, avventuriera. Ribelle per natura, sempre come me, ma a volte ribelle per sfuggire a tutto ciò che da sempre gli altri le hanno fatto credere di lei. In qualche modo doveva pur proteggersi! E allora inizia la sua vita avventurosa alla ricerca della sua vera “se stessa”! Tra insegnanti, uomini, amici/amiche e maestri (e che maestri! lo sappiamo io e te vero Barbara?), si scatena alla ricerca di qualcosa che pensa essere fuori da lei. E tra ideali, sogni e credenze si ritrova in un movimento continuo senza tregua, spesso emozionale…….fino a che non si vede costretta a fermarsi  e a guardarsi con cura, amore e dedizione allo specchio. Ecco dove erano nascosti i suoi sogni, i suoi ideali, le sue obbligate ribellioni, il suo volersi sentire diversa e unica! Unica certo! Ognuno di noi è unico e speciale, solo che non c’è nessun bisogno di scalmanarsi per dimostrarlo e per gridarlo al mondo. E’ semplicemente qualcosa che siamo già. Da sempre. Da prima di nascere. Esseri meravigliosi e di una bellezza “tremenda”. Cara Barbara, se avevo dei dubbi di averti suggerito intuitivamente di prendere il fiore Vervain in questo momento, ora, mentre scrivo, tutto mi si chiarisce magicamente. E vedo in te mille cose di me. Ma questo è normale. Ormai ho imparato che SIAMO TUTTI I FIORI.

Vervain dunque. La Verbena Officinalis, pianta assai comune, con fiori rosa profumati, che cresce sui terreni aridi e lungo viottoli di campagna. 

Ecco, come sempre, le parole di Bach, riguardo alla personalità Vervain, uno dei 12 Guaritori da lui scoperti: “Coloro dotati di forte volontà. Di mente ardente, tendono a sforzarsi eccessivamente dal punto di vista fisico e mentale. Rifiutano la sconfitta e vanno avanti ancora per molto tempo dopo che gli altri sono arresi. Procedono a modo loro. Hanno idee fisse e sono assolutamente certi di avere ragione. Potrebbero ostinarsi a rifiutare la cura fino a quando non vengono costretti. Potrebbero essere portati fuori strada dal loro entusiasmo, stancandosi parecchio. In tutte le cose tendono ad essere troppo seri e tesi. La vita è una cosa molto difficile per loro. Hanno saldissime convinzioni, qualche volte cercano di convertire gli altri al proprio punto di vista e sono intolleranti delle idee altrui. A loro non piace ascoltare consigli. Sono spesso persone con grandi ideali e ambizioni per il bene dell’umanità”.

Nella “Storia dei Viaggiatori” scritta da Bach, in cui i sedici fiori/personaggi si trovano al buio persi nel bosco, “Vervain, che avrebbe pure dovuto conoscere abbastanza bene il sentiero, sebbene fosse diventato un po’ disorientato, mostrava in continuazione l’unico modo per uscire dalla foresta.”
Una volta attraversata la foresta (una volta preso il rimedio con la sua frequenza), “Vervain non predica più a lungo ma indica silenziosamente la strada”.

Questo fiore è incluso da Bach nel gruppo dei rimedi caratterizzati dall’eccessiva preoccupazione per gli altri. Certo! E’ proprio così!

Beh, a me sembra chiaro. Le gocce di Vervain riportano l’eccessivo entusiasmo e spirito di ribellione, l’anticonformismo, la tensione, l’intolleranza, il fanatismo alla vibrazione quieta e naturale di rilassamento, calma e moderazione.

La voce di Vervain che echeggia nel mazzo di carte creato da me (EVVIVA!) suona così:

VISEGUOERESTOCIOCHESONO

Resto cioè nel mio centro…………………………………………………………………………………………………………………………

Buon ritorno a casa!

E………………………………………

Mille fiori a te!

PS: i tratti caratteriali descritti sono ovviamente e come sempre esasperati per meglio spiegare i concetti. Ognuno di noi ha caratteristiche più o meno fisse e stabili e di diversi livell; ed ognuno di noi è attraversato da stati mentali o emozionali transitori e passeggeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *