Holly: il fiore di….odioeamore

Che il sole sia con te…….
21 Dicembre 2017
Chestnut Bud: il fiore della Presenza Totale
8 Gennaio 2018

Prima ancora di sapere di che fiore scriverò…….davvero non ne ho idea questa sera, ma qualcosa spinge perché lo faccia, scrivo due versi di una canzone in cui mi vedo in questo preciso momento:

“Tu mangiatrice di sogni

immersa in un divano

con il riflesso negli occhi

del tuo telefono in mano…….”

(Amoremio, Jovanotti)

In questo caso non è il telefono ma il computer.

Holly è  l’agrifoglio, pianta da cui sbocciano a primavera quei fiorellini minuscoli e bianchi in mezzo a foglie piene di “spilli”. Quando vedevo, ma soprattutto sentivo i suoni delle riunioni conviviali fatte di cinguettii e battiti d’ali degli uccellini che si posavano tra i rami dell’albero “cespuglioso” e pungente che si trovava di fronte alla finestra della mia camera da letto francese……..mi meravigliavo ogni volta. Come pure nel vedere la mia gattina di allora arrampicarsi, senza fare una piega e senza un benché minimo postumo di ferita o puntura, tra le foglie “agre” e minacciose di questo albero.
Insomma questa è un tipo di pianta che si difende, proteggendosi, anche a costo di fare del male (fatta eccezione degli impavidi uccellini francesi e della mia supercat “Uffa”!). Le gocce di Holly hanno tra l’altro una funzione di protezione, spesso si assumono per proteggersi da influenze negative provenienti specialmente dall’interno di noi stessi. E in più, ormai voglio concedere a questo paragrafo la licenza delle ripetizioni mettendole pure in grassetto, l’Agrifoglio è anche una specie protetta. Mentre scrivo, in tempo reale, mi rendo conto che mi stanno giungendo virtù nuove e a più largo spettro di questo fiore su cui non mi ero mai soffermata prima. E non credo ai miei occhi ma voglio crederci!

E’ questo il rimedio che riaccorda la frequenza della separazione e dell’odio, in questo caso espresse in forma di ira, rabbia, invidia e gelosia, a quella dell’unità e dell’amore, della grazia della vita, ossia a quella vibrazione di fluire in cui il cuore è aperto e tutti gli uomini diventano fratelli.
Holly è legato dunque all’amore universale, alla comprensione e alla compassione.

“Per quelli che a volte vengono assaliti da pensieri come la gelosia, l’invidia, la vendetta, il sospetto. Per le diverse forme di irritabilità. Nel loro intimo possono soffrire molto, spesso quando non c’è una reale causa che giustifichi la loro infelicità.” (Edward Bach)

Pensate che, come dice la Scheffer nella sua opera “Il grande libro dei fiori di Bach”, il nome inglese di questa pianta, “holly” mostra una chiara assonanza con “holy” che significa “santo”. Nei paesi di lingua inglese appunto quest’albero è considerato il vero albero di Natale, simbolo della rinascita dell’amore nel nostro cuore.

Non c’è molto da aggiungere a tutto ciò. Resta da stabilire quando, come e insieme a quali altri fiori eventualmente assumere questo rimedio e quando e a chi può risultare utile ed efficace  “l’informazione” che l’essenza Holly  trasmette.
Naturalmente essa è già in ognuno di noi, nessuno escluso, perché noi siamo tutti i fiori e in ciascuno di noi, frammento di una più vasta unità, come in un ologramma, è già contenuta sia l’intera sua immagine che quella di ogni e ciascun fiore. Quando l’ologramma si deforma per eccesso o mancanza di quella vibrazione che Holly rimedio rappresenta, allora il suo intervento risulta propizio per riportare l’armonia smarrita.

A conclusione, voglio rivelare un piccolo segreto e una piccola debolezza: adesso non me lo dimentico più -da quando ho fatto l’errore di esporre i fiori di questa pianta al sole- convinta che la solarizzazione fosse il giusto metodo di preparazione – che per ottenere questa essenza è necessario il metodo della bollitura!!!!!!

 E’ proprio vero che sbagliando s’impara!

E a proposito di errori, a presto con…….. Chestnut Bud.

Mille fiori a te!

PS: i tratti caratteriali descritti sono ovviamente e come sempre esasperati per meglio spiegare i concetti. Ognuno di noi ha caratteristiche più o meno fisse e stabili e di diversi livell; ed ognuno di noi è attraversato da stati mentali o emozionali transitori e passeggeri.

5 Comments

  1. Carlo ha detto:

    Ma ti stai superando in stile e soprattutto sapienza. Credo che molti potrebbero avere risultati splendidi con questo fiore! I tuoi articoli sono sempre più interessanti. Ti saluta il tuo affezionato fan. Carlo
    !

  2. mariarita ha detto:

    Ciao, davvero interessante il tuo articolo. Stavo pensando di prendere l’agrifoglio sotto forma di gocce per mia figlia, dato che tra un po’ nascerà la sorellina e sta cominciando già a manifestare sentimenti di gelosia. Su sorgentenatura ho letto che è uno dei fiori indicato per la gelosia, mi chiedevo però se ci si deve abbinare qualche altro fiore o va bene solo l’agrifoglio. Grazie mille

    • Angela Trevisan ha detto:

      Ciao Maria Rita e grazie del commento. E’ un’ottima idea quella che proponi riguardo a Holly. Certo che potresti abbinarci altri fiori ma questo richiede un approfondimento su di te e su tua figlia. Sulla vostra situazione e le vostre personalità. Comunque intanto ti consiglio di seguire l’intuizione che hai avuto ed iniziare a far prendere Holly alla bimba e perché non prenderlo anche tu? Questo vi farà stare ancora più connesse. Se poi vuoi approfondire mi farà piacere se mi scrivi anche in privato. Buon viaggio!

  3. francesca ha detto:

    Salve, ma holly va bene anche per chi è geloso nel rapporto di coppia? Il mio compagno spesso è geloso anche quando non ce ne è motivo, ogni volta che usciamo è convinto che qualcuno mi guarda e che ci stia provando con me. Io gli voglio molto bene, ma questa situazione un po’ mi sta stancando. Prima di prendere decisioni drastiche vorrei provare ad aiutarlo a superare questa gelosia, la mia coinquilina mi ha detto di provare con i fiori di bach guna, ma non so quale prendere. Grazie

    • Angela Trevisan ha detto:

      Carissima, scusa il ritardo nel risponderti. Certo Holly può andare bene anche per questo caso. Certo è che bisognerebbe vedere bene vari aspetti. Se vuoi puoi scrivermi e fare il questionario alla pagina consulenza via email. Così possiamo approfondire e raggiungere l’obiettivo.

Rispondi a mariarita Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *